INDUSTRIA

Porte e portoni industriali: tipologie e quali scegliere

portoni industriali

Scegliere la porta giusta per il proprio capannone o magazzino può sembrare di secondaria importanza nell’ambito della logistica aziendale, ma non è così: i ritmi di lavoro odierni e i requisiti in termini di sicurezza rendono infatti questo componente sempre più centrale.

Le porte e portoni per capannoni costituiscono una delle parti essenziali di un fabbricato aziendale: è proprio da qui che passa tutta la filiera logistica, dal personale ai carrelli elevatori o altri mezzi per lo spostamento di materiali o merci.

Per questo mettere a fuoco quali sono le proprie esigenze è fondamentale per poter scegliere il modello più adatto: c’è bisogno di efficienza e velocità delle operazioni? Oppure una barriera per proteggere i beni aziendali durante i periodi di chiusura? O ancora, è necessario chiudere un grande varco oppure un passaggio tra due reparti diversi? E’ necessario mantenere l’isolamento termico e acustico tra gli ambienti?

Le domande da porsi sono davvero molte: vediamo quali sono le principali tipologie di porte industriali e le possibili applicazioni.

Tipologie principali

Le porte e i portoni industriali si suddividono in diversi modelli, ognuno dei quali con caratteristiche ben precise che le rendono adatte per specifiche applicazioni:

  • portoni a libro: si tratta del classico portone industriale, quello che ancora oggi si vede installato in capannoni aziendali delle più svariate dimensioni. Si tratta di portoni a impacco laterale con guide sul lato inferiore e superiore, la cui chiusura avviene grazie a cariglioni interni, caratterizzati da elevata resistenza al vento e isolamento termo-acustico. Una delle principali note negative riguarda invece la maneggevolezza: queste porte sono infatti molto pesanti da manovrare, rendendo le operazioni di apertura e chiusura lente e macchinose. Per questo sono utilizzate soprattutto come portone per strutture dalla bassa attività di movimentazione, per esempio capannoni adibiti a deposito
  • portoni sezionali: composti da pannelli che scorrono verso l’alto scivolando parallelamente al soffitto, le porte sezionali sono un’altra tipologia molto utilizzata da aziende di qualsiasi dimensione e settore. Si tratta di chiusure versatili e anch’esse capaci di garantire un elevato grado di isolamento, con l’unica vera problematica costituita dalla necessità di agganci al soffitto, che ne può rendere difficoltosa l’installazione in determinati contesti strutturali
  • porte rapide avvolgibili: chiusure generalmente costituite da una struttura in acciaio e un telo in pvc, sono caratterizzate da elevate prestazioni in termini di velocità di apertura / chiusura, che le rende ideali in settori in cui si svolge un’attività logistica intensa. Sono adatte per utilizzo sia interno che esterno, e dal punto di vista strutturale non richiedono agganci al soffitto e non presentano traccia a terra
  • porte coibentate: chiusure realizzate con pannelli in acciaio o alluminio a doppia parete, sono progettate per mantenere il giusto grado di isolamento tra ambienti differenti, per esempio magazzini e reparti frigoriferi. Per questo sono utilizzati in tutti i settori che necessitano di avere temperature controllate e costanti, primo tra tutti quello della refrigerazione, ma anche alimentare o chimico-farmaceutico
  • serrande industriali: si tratta di chiusure avvolgibili che uniscono i vantaggi delle porte rapide con la resistenza di un portone a libro o sezionali, e per questo sono sempre più utilizzate per la chiusura di capannoni in moltissime aziende. Realizzate con pannelli in acciaio, costituiscono una barriera anti-effrazione molto efficace e permettono inoltre passaggi veloci e sicuri grazie al sistema ad avvolgimento

Come scegliere il portone industriale

Abbiamo visto che, per scegliere il portone ideale, è innanzitutto fondamentale orientarsi verso la tipologia che meglio si adatti alle proprie necessità.

Una volta scelto il modello, si potrà così passare alla fase successiva dell’acquisto.

A questo riguardo, è importante specificare che prima della fase di acquisto è necessario prestare la massima attenzione alla progettazione. Le porte industriali, come ad esempio le chiusure industriali Thermicroll, sono infatti realizzate su misura per garantire un prodotto totalmente in linea con le proprie esigenze operative.

Ma non solo: tutti i portoni per capannoni e magazzini devono anche garantire standard igienici e di sicurezza elevati, per ridurre al minimo qualsiasi rischio di incidenti o legato alla salute degli operatori.

E’ buona norma, quindi, verificare sempre che l’azienda e il prodotto scelti siano realizzati in conformità alle normative e in possesso di tutte le certificazioni necessarie, per avere una porta performante e sicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *